amazing day 2017 exhibition

AMAZING DAY – GRAFFITI ‘INDOOR’ OVERTURE

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Mostra collettiva + SEMIOTIC OF BBOYING – performance (Froz, Snod, Geme)

vernissage  :  1° Giugno 2017 – h18:30
live performance SEMIOTIC OF BBOYING  :  h20:00

A cura di  Mr.Wany

2017 – un doppio compleanno d’eccellenza per il mondo della Urban Art Milanese :
Amazing Day, festival decennale sulla cultura Hip Hop curato da Mr.Wany, e Avantgarden Gallery, da sempre attenta alla cultura underground e d’avanguardia dal Graffiti alla Street art, compiono quest’anno, entrambe, 10 anni di attività.
La comunanza di gusti e intenti e un’amicizia costruita su esperienze comuni e militanza nello stesso ambito culturale, hanno fatto sì che Amazing Day abbia scelto gli spazi di Avantgarden per la sua ‘overture’ che si terrà giovedì 1° giugno fino a tarda sera.

Gli artisti coinvolti, che occuperanno la galleria declinando lo spirito del Graffiti per uno spazio ‘indoor’, sono tutti provenienti dal mondo del writing: Giorgio Bartocci, Korvo, Swet, Skan, Harry Bones, Musa, ArtOfSool, Neo, Mario Leuci, EricsOne e lo stesso Mr.Wany.

GRAFFITI ‘INDOOR’ è dunque una sorta di provocazione che riporta l’attenzione su come è cambiato il ruolo dell’arte muraria da 10 anni a questa parte. Amazing Day e Avantgarden Gallery, oggi realtà riconosciute dal pubblico e rispettate a livello internazionale, sono infatti state, in tempi non sospetti, pioniere e promotrici di quella cultura di strada che ormai da qualche anno ha cominciato prepotentemente a far parlare di sé.

Non solo. Da un’idea curatoriale di Mr.Wany, Avantgarden ospiterà la performance SEMIOTIC OF BBOYING, performance di breakdance attraverso la quale la danza, che sempre ha avuto un ruolo fondamentale nella scena Hip Hop, si fa pittura. In un gesto coordinato, il movimento corporeo preciso e matematico, lascia il segno del suo passaggio, trasformando un passo di danza in un’opera pittorica. Il risultato è una pittura gestuale realizzata attraverso i passi di breakdance che lo stesso artista praticava, una forma astratta che nasce dal movimento reale, un’arte dentro l’altra, a simboleggiare la possibile unità estetica di atti artistici dissimili.